ogni cosa al suo posto



Ogni cosa al suo posto è una celebrazione del luogo-museo come contenitore della cultura.

Come dice il corvo del film pasoliniano Uccellacci e Uccellini “i maestri sono fatti per essere mangiati”. Per assimilare, per mangiare, il museo mi sono concentrato sui particolari e sugli spazi vuoti, dimenticati, privi di allestimenti. Spazi che solitamente durante le visite non catturano il nostro sguardo, che tuttavia sono pronti ad accogliere.
Come organismi ospitanti - si potrebbe dire - non si offrono passivamente allo spettatore, ma attivamente creano una simbiosi con le opere.

Questo progetto intende onorare, e al tempo stesso rendere evidente, il senso del museo come Maestro di vita.